Professioni tech: la top 6 di TeamSoft

professioni tech teamsoft web

La pandemia ha portato a un’accelerazione nei processi di digitalizzazione legati al lavoro, all’istruzione e a tante altre attività quotidiane. Per far fronte a questo improvviso processo di espansione digitale è stato necessario chiamare a raccolta numerose figure specializzate.

Nuove ricerche, tra cui quella promossa da Union Camere e Anpal, hanno analizzato i fabbisogni occupazionali e professionali in Italia, fino a individuare quali saranno le figure più ricercate dalle aziende. Come accennato in precedenza, la pandemia ha dato una notevole spinta alla transizione tecnologica delle imprese, sempre più orientate all’intelligenza artificiale e al machine learning. Proprio per questo, tra i ruoli più gettonati troviamo developer, cloud architect, cyber security manager, data analyst, machine learning specialist e system administrator.

Lo studio del Sistema Informativo Excelsior ha inoltre messo in luce un aumento della richiesta di competenze digitali, di STEM e di Innovazione 4.0; ciò interesserà tanto le professioni già esistenti quanto quelle emergenti, come data scientist, big data analyst e cyber security expert. 

Le 6 professioni tech più ricercate da TeamSoft

Queste previsioni sono più che mai attuali e si riflettono anche sulle ricerche quotidiane di TeamSoft. Nell’ultimo anno abbiamo colloquiato migliaia figure professionali informatiche e alcune ricerche sono state più frequenti di altre.

Sono sei le figure più ricercate dal nostro team di IT recruiter:

1.  Network Engineer

L’ingegnere di rete si occupa tutte le attività legate alla progettazione e implementazione della rete aziendale. È uno specialista nella configurazione dei dispositivi e degli impianti, fornisce assistenza e fa manutenzione, oltre a gestire e migliorare le performance. Deve assicurarsi che tutti abbiano accesso ai dati e che possano condividerli in modo semplice e intuitivo.

2.  Security Engineer

La sua mansione principale è quella di proteggere i sistemi informatici e le reti delle aziende in modo che non subiscano attacchi informatici. Al fine di tutelarsi da eventuali minacce, un ingegnere della sicurezza ha la responsabilità di creare e implementare soluzioni di sicurezza pensate per difendere le aziende e le sue reti.

3.  Tecnologia cloud

Il Covid ha portato molte aziende a ricorrere allo Smart Working, la cui diffusione è stata spesso resa possibile grazie alla tecnologia cloud. Il Cloud è dunque entrato a far parte di molte realtà italiane, generando la richiesta di nuove competenze e professionisti del cloud. Le professioni legate al Cloud sono molteplici: Cloud Security Specialist, Cloud Architect, Cloud Specialist, Cloud Operations Administrator, Cloud Native DevOps Engineer.

4.  Cloud Security Expert

Tra i ruoli più richiesti legati alla tecnologia cloud, il Cloud Security Expert ha il compito di pensare a una strategia in grado di garantire la sicurezza dei sistemi interni e dei servizi in Cloud. Ha inoltre la responsabilità di implementare correttamente tale strategia e di coordinare il team addetto alla sicurezza delle infrastrutture.

5.  Sviluppatore front-end

Lo sviluppatore front end si occupa di codificare il front-end di un sito web, un’app o un sistema digitale. In sostanza è responsabile di tutto quello che l’utente vede, dal testo alle immagini, dai menù alle barre di navigazione, e di tutto ciò con cui interagisce. Deve insomma assicurarsi che l’esperienza dell’utente sia piacevole e che si svolga senza intoppi, a prescindere dal device, dal browser e dal sistema operativo che utilizza. Spesso i front-end developer si avvalgono di librerie e framework per velocizzare la scrittura del codice, ragion per cui la conoscenza di ReactJS e Angular è tra le più richieste.

6.  Sviluppatore back-end

Il back-end developer è specializzato nella codifica lato server, ovvero opera “dietro le quinte” delle pagine web; di conseguenza il suo lavoro dovrà essere funzionale a ciò che farà il suo collega che si occupa di front-end. Oltre alla padronanza dei principali linguaggi di programmazione, come Java, PHP e C#, uno sviluppatore back end dovrà conoscere i database per gestire le grandi quantità di dati generate dai siti

L’importanza strategica delle soft skill

Dalle ricerche e dalla nostra esperienza emerge che a questi professionisti vengono richieste anche determinante soft skill. L’importanza di queste competenze trasversali varia ovviamente a seconda della figura e del ruolo che dovrà ricoprire, ma tra quelle più apprezzate ci sono:

  • flessibilità
  • problem solving
  • abilità a comunicare efficacemente
  • team work
  • resistenza allo stress

In quest’ultimo anno, le soft skill appena elencate si sono rivelate fondamentali per la modalità di lavoro da remoto. Il remote working ha infatti aperto la strada a nuove sfide e problemi, per i quali è stato necessario sviluppare specifiche competenze individuali, dalla capacità di gestire se stessi e il proprio lavoro, fino alla propensione all’apprendimento di nuove ed essenziali tecnologie.